lunedì 6 aprile 2009

Quando i francesi sbroccano...

... sbroccano di brutto!



Ho tirato su il DVD di Frontiers quasi per caso, da un caotico cestone di un altrettanto caotico centro commerciale. Mi aspettavo la solita infornata di teenager goderecci e urlanti alle prese con il boogeyman di turno.
Non mi sbagliavo. Ma neppure ci avevo azzeccato in toto...

Questa volta, la carne da macello (in fuga dopo una rapina), viene "amorevolmente" accolta da una famiglia di cannibali capeggiata da un gerarca nazista. Il corollario di indicibili torture che segue comprende quasi tutto il repertorio conosciuto... e si spinge oltre...

Sostenuto da un intreccio non così sciatto come ci si potrebbe aspettare, il film di Xavier Gens rimastica con sapienza le suggestioni di Eli Roth e Tobe Hooper, integrandole con l'ultraviolenza schizoide tipica delle produzioni - estreme - transalpine (chi ha detto Irreversible e Dobermann?).
C'è qualcosa di malato in questi 96 minuti da incubo. Qualcosa che infastidisce come non accadeva da tempo. La fotografia fredda e viscerale, i chiari riferimenti alle sommosse nelle banlieu, gli azzeccatissimi interpreti, la regia precisa e puntuale... tutto sembra confluire in un micidiale cazzottone allo stomaco che lascia indolenziti anche dopo aver premuto il tasto eject del lettore.

Vedere per credere...

6 commenti:

Andrea Longhi ha detto...

in francesi quando si mettono vanno oltre con questi film, lo devo vedere!

Dave R. ha detto...

@ Andrea: Concordo pienamente sulle violentissime fantasie francesi! Buona visione!

alex crippa ha detto...

parbleu!
volevo dire...par ross!

(tranquillo, mi fermo qui)

Matthæus ha detto...

Spettacolare

Anonimo ha detto...

molto intiresno, grazie

Anonimo ha detto...

good start