mercoledì 5 marzo 2008

A proposito dell'ultimo Rambo...

Premessa: John Rambo è un piccolo capolavoro.
Punto. Stop. Nessun dubbio.
Oltre a non tradire le aspettative, l'ultima fatica di Sly rincara la dose, posizionandosi tra gli "intoccabili" del genere action.
Sangue, battaglie, sparatorie, un rapporto "colpi esplosi"-"smembramenti corporei" da far invidia a uno slasher anni '80.
Allora dov'è il problema?

- Il problema è che quando sono arrivato al cinema - memore del sanguinolentissimo trailer - non ho visto il divieto ai 14.
- Il problema è che ho speso comunque 7 euri e mezzo per vederlo.
- Il problema è che per le sale italiane John Rambo è stato decurtato di circa cinque (5) minuti.

Sempre 'sta cazzo di censura... non se ne può più!
Siamo nel 2008 e ancora non hanno capito che l'oscurantismo è finito da un pezzo (o almeno dovrebbe), i roghi non si fanno più e le streghe sono decisamente meno abbiette degli inquisitori.

Su queste cose, io mi mangio le mani. Letteralmente.
Specialmente considerando che i tagli servono soltanto a far entrare i bambini al cinema, senza tener conto che un film violento, rimane tale anche se mutilato. Oppure, ancora peggio, tenendone conto e fottendosene alla grande.

La scusa della unrated edition in DVD non regge più, basta, ce li avete letteralmente sfracassati, dal remake di "Non aprite quella porta" in poi.

Per il momento le scene tagliate sono:

1) Diverse sequenze dalla mattanza nel villaggio.
2) La famosa carotide strappata a mani nude (che mi aveva fatto esultare in sede di trailer).
3) Dettagli truculenti durante l'assalto alla base.
4) Un paio di inquadrature dalla scena dello stupro di gruppo.
5) Smembramenti assortiti durante la carneficina finale.

Ce n'è abbastanza per incazzarsi...

3 commenti:

Anonimo ha detto...

Oh,finalmente posso commentare!
Anzi ancora non commenterò, in quanto sono a lutto...Spero che Rambo venga a smemebrarmi (senza censura)...
eMa

Davide ha detto...

Grande, eMa!
Benvenuto!

alex crippa ha detto...

il problema sono le star. sly è una superstar e non esiste che qualcuno non possa vederlo su grande schermo. ecco perchè i tagli, ecco perchè zero divieto.
molto ipocrita, certo, perchè il film è e rimane violento. (non l'ho ancora visto, ok, ma sto per!)